Sempre più persone decidono di tatuarsi dei cordini con un nodo. Il soggetto, in effetti, è molto carino ed ha un significato davvero molto bello e singolare. All’interno dell’articolo analizzeremo tutti i valori simbolici di questo tatuaggio per permettere a tutti coloro che sono attratti da questo tattoo di sapere con precisione cosa significa ciò che stanno per andare a tatuare.

loading...

Il nodo ha valori molto forti in tante differenti culture. Normalmente la prima cosa che viene in mente è il legame. Un nodo unisce, fa in modo che due o più cose stiano attaccate tra loro, è progettato per resistere e per non staccarsi mai. Per questo motivo simboleggia i legami e gli affetti. Ora affronteremo il discorso con maggiore precisioni.

Tutti i significati simbolici dei nodi per le varie culture

I nodi, spesso, non sono solo due cordine intrecciate. Ogni popolazione ha degli specifici tipi di nodi e gli esempi più classici sono quelli celtici.

Nodi dei celti

I famosi simboli celtici altro non sono che particolari tipi di nodi e di intrecci. Simboleggiano la continuità della vita e l’infinito susseguirsi dei cicli come vita e morte, notte e giorno, estate ed inverso. Per la cultura celtica, infatti, non vi era una morte definitiva ma un continuo ciclo di rinascita. Inoltre tutti gli esseri, viventi e non, secondo i Celti erano collegati e godevano della stessa energia che ininterrottamente si spostava da una cosa e dall’altra.

Nodi dell’Antica Roma

Anche i romani utilizzavano i nodi e li rappresentavano per il loro significato simbolico. Essi erano legati agli dei Cupido e Venere e rappresentavano principalmente il concetto di devozione, di amore duraturo e di legame famigliare-affettivo inestinguibile.

Nodi per gli egiziani

Nell’Antico Egitto i nodi erano utilizzati per rappresentare l’infinità della vita, esattamente come per i celti. Molti tipi di nodi sono diventati, in un secondo momento e a seguito di alcune modifiche, dei veri e propri oggetti posseduti dagli dei.

Nodi nell’Antico Testamento

Secondo questa sacra scrittura i nodi imprigionano l’uomo e lo rendono schiavo. I principali sono tre: spazio, tempo e personalità. Sempre secondo l’Antico Testamento riuscire a scioglierli significa avvicinarsi a Dio e liberarsi dalle proprie spoglie umane, raggiungendo uno stato di beatitudine maggiore.

I nodi nei tatuaggi

Il nodo, se tatuato, mantiene quasi tutti i significati originari. E’ uno dei simboli della vita che comincia nel momento in cui viene tagliato e successivamente annodato il cordone ombelicale.

Inoltre rappresenta un legame, la volontà di bloccare qualcosa per sempre e di farlo proprio. Il nodo può avvicinare e legare cose simili tra logo ma anche cose estremamente diverse. Questo indica che i legami sono variabili e possono essere stretti sia in maniera omogenea che eterogenea.

Un altro valore simbolico che ha è quello dell’indissolubilità. Un nodo ben stretto e complesso è impossibile che venga sciolto, resiste a tutte le avversità e non si slega mai.

Al contrario, però, il nodo può anche essere sciolto ed è fatto anche per questo. Per slegarlo ci vuole la volontà e simboleggia che nella vita è possibile cambiare opinione, crescere e mutare. La cosa essenziale è che non si sciolga per caso (perchè ciò indicherebbe che non è stato fatto con cura e attenzione) ma che si sleghi in maniera consapevole, come atto per decretare volontariamente il proprio destino.

Un nodo slegato può simboleggiare la libertà, la spensieratezza e non obbligatoriamente una fine dolorosa. Può essere la soluzione ad un problema o un atto liberatorio.

Tatuaggio del nodo

Come di consueto vi lasciamo con qualche esempio di tatuaggio raffigurante i nodi per permettervi di farvi un’idea e di scegliere quello che più si avvicina ai propri gusti.